Le mani nel cuore

Più di due anni di lavoro, oltre 100 splendide fotografie, 157 pagine e un viaggio a fianco dell’Associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo O.N.L.U.S. in 5 Paesi in via di sviluppo: Siria, Kurdistan, Egitto, Camerun e Senegal. A fare da fil rouge, la storia di un medico che ha fatto della cura delle cardiopatie congenite nei bambini la sua ragione di vita: il professor Alessandro Frigiola, fondatore e Presidente della Onlus.

 

Tra il 2015 e il 2016 il fotografo, giornalista e inviato di guerra Giovanni Porzio ha seguito le missioni operatorie dell’associazione che da oltre 20 anni si impegna con massimo sforzo per offrire una speranza di vita a migliaia di bambini affetti da cardiopatie congenite in quei Paesi dove l’insufficienza di strutture necessarie per la cardiochirurgia e la mancanza assoluta di possibilità di formazione per medici e infermieri o gravi situazioni di guerra, rendono tragicamente difficile garantire anche le minime, nonché basilari, cure pediatriche.

 

Ne è nato un ricco reportage di immagini e storie per ognuno dei 5 Paesi, tenute insieme dalla figura del professor Alessandro Frigiola che ha aperto a Porzio le porte delle sale operatorie degli ospedali e dei centri dove Bambini cardiopatici nel Mondo compie la propria attività umanitaria da oltre 20 anni.

 

 

Il libro è stato presentato in importanti contesti:

  • Festival della Fotografia Etica di Lodi: dal 10 al 25 ottobre 2015
  • MART ( Museo di Arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto): 25 Marzo 2017
  • Festival “Internazionale” di giornalismo di Ferrara: 29 Settembre-1 Ottobre 2017
  • Casa di vetro – Milano: mostra fotografica “Le mani nel cuore: viaggio ai confini della vita”: dal 13 Ottobre al 5 Novembre 2017
  • Palladium Museum di Vicenza: 2018
  • Partecipazione a Milano Bookcity 2019: Aula Milani dell’ospedale Maggiore Policlinico di Milano: “Una vita di missioni e di speranza” Il viaggio in 5 continenti del Prof. Alessandro Frigiola per curare i bambini cardiopatici”   (15 Novembre 2019).

 

La pubblicazione è stata realizzata grazie al contributo di: